Ricerca sul blog...

mercoledì 8 febbraio 2017

Il Mistero dell' SSD Lento

Molti dei computer che gestisco o di mia proprietà sono ormai dotati dell'unità di memorizzazione a stato solido conosciuta come "Disco SSD".
I dischi SSD hanno, rispetto ai vecchi e ormai obsoleti HDD Meccanici, una notevole capacità di lettura e scrittura - fino a 10 volte quella dei dischi tradizionali, secondo i costruttori.
Su un mio vecchio Notebook HP Nx7400 che uso da stazione di download ed assistenza (tramite i conosciuti software di connessione TeamViewer, Ammy o altro...) dopo aver sostituito il disco con un SSD economico di Kingston mi sono ritrovato un PC compunque relativamente lento e goffo!

Situazione disco con BAD
La soluzione è stata quella di riallineare le partizioni del disco, seppure tale operazione sia sconosciuta ai più, si è rilevata la panacea al problema.

Test con disco NON allineato
Vediamo come ho scoperto che ci fossero dei problemi e come ho risolto:

1- Serve un SW di Benchmark con indicazioni avanzate dello sto del disco. QUI
2- Serve un SW di gestione delle partizioni con capacità di riallineamento. QUI
    (Link solo dai siti dei produttori o distributori ufficiali dei software)

TEST del disco ALLINEATO!
Una volta eseguito il primo sw si nota subito la presenza di un KO dopo un valore in rosso (indica il valore dell'inizio del settore incriminato non allineato e quindi che obbliga a più salti ad ogni scrittura). Ora non rimane che installare il SW di gestione delle partizioni completamente gratuito e quindi, selezionando il disco, scegliere la voce di riallineamento.

I passi da seguire per allineare la partizione
Come si vede dalle immagini la differenza su scritture di file da 4k risulta nettamente superiore ed è proprio questo particolare tipo di files (piccoli e tanti) a creare la lentezza dei sistemi con SSD non preformanti o non allineati!

Nessun commento:

Posta un commento